Chiellini e il settimo Scudetto di fila: “Nella vita ci vuole rispetto, siamo stati zitti quando era il momento, ora festeggiamo”

Un campionato lungo, appassionante, difficile, combattuto, ma soprattutto vinto, il settimo di fila, al termine del quale Giorgio Chiellini ha voluto togliersi qualche sassolino dalle scarpe dopo tutte le dicerie ascoltate sul suo conto e quello della sua Juventus nell’arco della stagione. Dall’introduzione del VAR agli sfottò sulle finali, il vice capitano bianconero ha così parlato al termine della sfida con la Roma che è valsa il tricolore :

“Quest’anno ne abbiamo sentite tante sul nostro conto, ed è stato un bene perchè tutte queste cose non hanno fatto altro che stuzzicarci, caricarci, aiutarci a inseguire l’obiettivo con ancor più ferocia e fame.
Dicono che siamo brutti, vecchi, sporchi, e magari è anche vero, ma siamo anche duri a morire, e tutto questo non ha fatto che darci altri stimoli.
Prima il Var, poi il gioco, poi le finali, poi ancora i fuochi d’artificio…
Nella vita ci vuole rispetto, e quando si manca di rispetto poi si pagano le conseguenze.
E’ vero, abbiamo perso delle finali, ma le finali per perderle bisogna prima giocarle, qualcun altro invece usciva ai sedicesimi di finale…
Siamo stati zitti quando bisognava star zitti, ora ce la godiamo e festeggiamo.
Ogni tanto bisogna mettere i punti sulle i e togliersi i sassolini dalle scarpe”.

GIORGIO CHIELLINI

Precedente Gattuso ricorda: "Prima della semifinale con il Manchester mangiai una lumaca viva per spronare la squadra" Successivo Il saluto di Buffon alla sua Juve: "Il bianconero una seconda pelle, la Juve la mia famiglia, grazie!"

Lascia un commento

*