Occhio a…Matteo Mancosu

Matteo Mancosu è l’attaccante del Trapani e l’attuale capocannoniere della serie B con quindici reti, grazie alle quali sta regalando un stagione da sogno alla squadra siciliana.

download

BIOGRAFIA-Mancosu nasce il 22 dicembre 1984 a Cagliari. Durante la sua carriera, prima di arrivare a giocare ad alti livelli, fa tanta (forse troppa) gavetta. Tra il 2001 e 2009 gioca in Serie D con Atletico Elmas, Atletico Calcio, Nuorese Calcio (con cui fa un anno anche in Eccellenza) e Villacidrese. E proprio con questa squadra comincia il suo cammino trionfale sino ad oggi. Infatti nella stagione 2008/09 conquista la promozione in C2 (oggi Lega Pro seconda divisione) segnando 18 goal in 32 partite. Da lì in poi giocherà tre stagioni in C2 con le maglie di Villacidrese, con cui raggiungerà la salvezza ai play-out vincendo contro il Carpenedolo 1-0 (rete di Sterzi), Latina, con cui vincerà il campionato, e Vigor Lamezia, con cui raggiungerà i Play-off(eliminata al primo turno dalla Paganese con un doppio 1-0). E con quest’ultima squadra arriva la consacrazione definitiva, segnando 20 goal in 37 partite. A questo punto viene notato dal Trapani, che non se lo lascia sfuggire e lo acquista nell’ estate del 2012. Con la maglia granata diventa assoluto protagonista grazie ai suoi 15 goal in 29 partite, che regalano la storica promozione in serie B alla squadra siciliana (in particolare è da ricordare la mitica tripletta con cui stese la Cremonese nel mirabolante 4-3 nell’ultima giornata). Infine arriviamo alla stagione in corso, nella quale il bomber granata sta viaggiando con cifre da capogiro; infatti sino a questo momento ha segnato 16 reti in 23 partite (di queste 16 reti, due sono state segnate in coppa Italia contro l’Albinoleffe).

STILE DI GIOCO-Come detto Mancosu è un attaccante che ha un gran senso di goal, pur giocando il più delle volte non vicino allo specchio della porta. Infatti nel 4-4-2 di mister Boscaglia, l’attaccante sardo il più delle volte o va a prendersi la palla a centrocampo o usa la sua grande velocità, per effettuare grandi inserimenti, con i quali taglia le difese avversarie come burro. Quindi come si può notare tra le caratteristiche del Sardo atomico ci sono qualità, impegno,cinicità e tanta tanta corsa. È questa duttilità che lo rende un buonissimo giocatore, infatti unisce alla sua grande velocità, un ottimo fiuto del gol in area piccola, quindi può giocare sia da ala, grazie alla sua velocità e al suo dribbling, sia da punta centrale, grazie al suo fiuto del goal e sempre alla sua velocità che mette a dura prova i centrali difensivi delle squadre avversarie.

CURIOSITÀ-Matteo è cresciuto in una famiglia di calciatori: il padre, a livello minore, il fratello Marco, 26 anni, con un gol in serie A, un passato nel Cagliari e un presente in Lega Pro con il Benevento, l’altro fratello, Marcello, 20enne del Selargius. Inoltre è strabiliante la sua capacità di spaccare la partita infatti dei 16 goal segnati, 7 sono quelli che hanno sbloccato la partita(1-0 ndr). infine un altro dato curioso è il fatto che il bomber sardo segna soprattutto nei primi 15 minuti di gara (8 goal su 16).

FUTURO-In questi ultimi mesi il suo nome è stato accostato ad alcune squadre di serie A( tra cui Parma e Cagliari), ma la sua partenza a Gennaio dovrebbe essere molto difficile, in quanto il Trapani non si priverebbe di una pedina così importante che sta regalando una storica salvezza alla squadra siciliana. A conferma di questa tesi ci sarebbero le recenti parole del Ds Faggiano, che ha rassicurato i tifosi sulla permanenza dell’attaccante sardo almeno fino a Giugno.

Se ciò sarà vero lo scopriremo presto, intanto una cosa è certa: sentiremo parlare ancora molto di questo giocatore; quindi OCCHIO A MANCOSU!

Precedente Football Manager 14, guida ai migliori giovani difensori Successivo Che fine ha fatto? Freddy Adu, il più giovane esordiente della Mls

Lascia un commento

*