“Fece impazzire Titì”, Trezeguet racconta il duello Montero vs Henry

«Personaggio bellissimo. Era uno tra i più importanti nello spogliatoio. Ti faceva capire cos’era la Juve.
Per lui contava la domenica: durante la settimana liberi tutti, ma la domenica sapevi che contavi su un grosso giocatore.
Gli avversari avevano paura.
Lo vedevo il terrore negli attaccanti: si spostavano dall’altra parte, se c’era Paolo nei paraggi. La sua tecnica era: il primo intervento deve essere duro per far capire immediatamente che aria tira. E poi parlava agli avversari in continuazione, li faceva impazzire, era davvero temutissimo.
Ci ho anche giocato contro, in un Uruguay-Francia in cui faceva coppia con Lugano, altro tipino poco raccomandabile.
Fecero espellere Henry dopo 5 minuti.
Penso sia l’unico rosso della carriera di Titì. Non so cosa gli fecero o gli dissero di preciso, ma andò fuori di testa e dopo cinque minuti fece un’entrata micidiale contro un terzino che non c’entrava niente e – bum! – rosso diretto.
Andai vicino a Paolo e gli dissi: ma che gli hai detto? E lui: niente David! Con la faccia tutta innocente…
Con Montero si giocava sempre in dodici, ma se ce l’avevi contro erano guai».


(David Trezeguet)

Precedente Quella volta in cui Berlusconi chiese ai suoi un mese di astinenza per vincere lo Scudetto Successivo Occhio a...Diego Falcinelli, la speranza calabrese

Lascia un commento

*