Ibra e la rissa con Onyewu: “Pregava ed era freddo come un pesce”

Cosa succede quando vengono a scontrarsi due pesi massimi? La risposta dovrebbero saperla tutti i componenti della rosa del Milan 2010/11, testimoni di una scazzottata da far west tra Zlatan Ibrahimovic ed il gigante americano Oguchi Onyewu. Il racconto dell’accaduto, con la sua solita “modestia”, e dato direttamente dall’attaccante svedese:

“Onyewu era grande e grosso, come me d’altronde, ma non ero intimidito affatto, e probabilmente all’inizio anche lui non lo era nei miei confronti.
Tutto nacque durante un allenamento, feci una battuta dicendo che era grosso come una casa, lui rispose con delle spallate, così iniziammo a beccarci e gli diedi una testata, era necessario capire a questo punto chi dei due fosse più forte.
Immediatamente scoppiò una rissa con calci, pugni e ginocchiate, ma la cosa più strana avvenne dopo.
Onyewu iniziò a pregare Dio con le lacrime agli occhi facendosi il segno della croce.
Sono diventato ancora più furioso, sembrava una provocazione.
Allegri intervenne dicendomi di calmarmi, ma non servì a niente.
Semplicemente lo tolsi di mezzo correndo di nuovo verso Oguchi.
Mi fermarono i compagni di squadra, un’intera rosa di calciatori a dividere noi due, credo sia stata una buona cosa.
Alla fine ci stringemmo la mano, ma lui era freddo come un pesce”.

ZLATAN IBRAHIMOVIC

Precedente Malesani rivela: "Pensavo di finire meglio la mia carriera, colpa mia, ma i social mi hanno deriso" Successivo Carrick racconta: "L'errore nella finale di Roma il punto più basso della mia carriera"

Lascia un commento