Un’infanzia difficile, un luogo, quello di Fuerte Apache, pieno di problematiche, tentazioni, esempi negativi, dove per molti rubare era più semplice di giocare a calcio e sperare in un futuro migliore. Non per Carlos Tevez, partito dal basso della povertà di Buenos Aires per scalare l’Europa con la maglia del Manchester... Continua »